Ultima modifica: 24 Ottobre 2020

Regolamento per la disciplina delle notifiche effettuate dai messi comunali

Please wait...

Approvato con la deliberazione della Giunta Comunale n° 139 del 26 luglio 2017

Art. 1 – Servizio notifiche

1. Il presente Regolamento disciplina le modalità dei servizio delle notifiche per conto di altri enti, ivi compresa l’Amministrazione Finanziaria.
2. Il servizio viene curato dall’Ufficio dei messi comunali che provvedono sotto la propria responsabilità e nell’ambito dell’organizzazione del proprio tempo di lavoro a garantire le notifiche richieste da terzi entro le scadenze e nel rispetto dei principi fissati dal presente Regolamento.

Art. 2 – Gestione del servizio

1. I messi comunali provvedono ad effettuare le notificazioni nell’ambito dei territorio comunale personalmente.
2. Di norma, salvo che le amministrazioni terze non richiedano la notifica d’urgenza o gli atti da notificare pervengano entro tre giorni dalla scadenza, i messi provvedono alle notifiche entro 8 (otto) giorni lavorativi dall’acquisizione degli atti al Protocollo Generale del Comune.

Art. 3 – Rimborso

1. Per ciascuna notifica effettuata su richiesta di altre amministrazioni pubbliche è previsto un rimborso di € 5,88 Euro + spese R.R. Art. 140 c.p.c.. .
2.La somma di cui al precedente comma compensa le spese vive affrontate dai messi, nonché il costo orario del servizio.
3. Al fine di rendere il rimborso un reale corrispettivo del servizio, e per consentire all’organo esecutivo di procedere agli aggiornamenti di cui al successivo articolo 5, i messi sono tenuti a rilevare annualmente sia la quantità di atti notificati per conto di altre Amministrazioni, sia le ore dedicate e le spese eventualmente affrontate per raggiungere l’obiettivo.

Art. 4 – Modalità di pagamento

1. Le Amministrazioni richiedenti provvedono ai pagamenti previsti dal precedente articolo, versando la somma dovuta mediante girofondi in tesoreria unica – contabilità speciale n. 68205 – presso la tesoreria provinciale dell Stato – Sezione di Salerno – intestato a “Comune di Sala Consilina”.
2. I messi comunali trasmettono al Servizio Finanziario ogni trimestre l’elenco delle notifiche effettuate per conto di altre Amministrazioni, con l’indicazione del corrispettivo previsto per ciascuna notifica effettuata.

Art. 5 – Destinazione dei rimborsi

1. I rimborsi di cui al presente regolamento sono acquisiti al bilancio comunale.
2. L’attività di notifica per conto di altre Amministrazioni è oggetto annualmente di un incremento del fondo incentivante a disposizione dell’Ufficio Messi comunali di una quota pari al 50% delle somme introitate nell’anno precedente. La suddetta somma verrà erogata ai componenti dell’ufficio messi secondo lo specifico riparto disposto dal responsabile previa approvazione del fondo.
3. Le somme da erogare di cui al comma precedente non possono superare un quinto della retribuzione base annua in godimento.

Art. 6 – Reciprocità

1. Può non applicarsi il rimborso spese nei confronti delle altre Amministrazioni Comunali che, a loro volta e previa accordo scritto, esentino dal rimborso il servizio di notifiche di atti nell’interesse del Comune di Sala Consilina.
2. Il Comune di Sala Consilina si riserva di promuovere intese con i Comuni affinché sia adottata da tutti la condizione di reciprocità.

Print Friendly, PDF & Email